A Ciambra


Titolo originale: A Ciambra
anno: 2017
Paese: Italia, Francia, Germania
Regia: Jonas Carpignano

Storia d’amore e di disincanto

“A Ciambra” indica la comunità rom di Gioia Tauro dove si consuma l’iniziazione di un giovane zingaro sullo sfondo di un mondo deprivato della propria tradizione e ridotto a una condizione di estrema emarginazione. Il film è stato diretto da Jonas Carpignano, regista che si muove tra gli Stati Uniti e l’Italia, che ha ben assimilato la lezione del neorealismo. Pio, il ragazzino rom che si trova proiettato dalle fantasticate imprese dei bambini al mondo adulto, è un nuovo Accattone, meno tragico di quest’ultimo, ma ugualmente incapace di realizzare il suo sogno di riscatto, condannato a un destino scritto nei principi del mondo che frequenta. Fanno da cornice al film i sentimenti puri dell’amicizia, le impietose regole del clan, la condizione di guerra tra miserabili. Il film è carico di una straordinaria poesia: uno sguardo senza giudizio su dinamiche antropologiche prive del senso appartenente a una cultura estranea alla crudezza della sopravvivenza. A tratti onirico, meglio visionario, “A Ciambra” nel suo profondo è una denuncia di uno sradicamento ed è uno sguardo: quello di Pio che, ferito, guarda i compagni di gioco per abbracciare il disincanto della realtà.
Graziano Perillo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...